I guerrieri della notte

“I guerrieri della notte” di Sol Yurick: la prima edizione italiana

Alessandro Aloe di Moriarty Graphics ha restaurato e fotografato la prima edizione italiana de “I guerrieri della notte”, il libro sulle gang newyorkesi scritto da Sol Yurick

Il libro "I guerrieri della notte" di Sol Yurick, prima edizione italiana

🇬🇧 Non-Italian speakers take note! This article is only available in Italian language. However, you can still rely on Google Translate for a rough translation.

Ecco a voi alcune fotografie della prima e rara edizione italiana del libro I guerrieri della notte di Sol Yurick, data alle stampe nel ’79 da Sperling & Kupfer (edizione originale: Sol Yurick, The Warriors, E.P. Dutton, USA 1965).

Il romanzo – su cui si basa il film omonimo del 1979, diretto da Walter Hill – prende spunto dall’Anabasi di Senofonte (IV sec. a.C.), che narrava le avventure dei Diecimila, un’armata di mercenari greci assoldati da Ciro il Giovane, il cui scopo era usurpare il trono di Persia.

Anche se i soldati uscirono vittoriosi dalla battaglia di Cunassa – avvenuta agli inizi del settembre del 410 a.C. – si trovarono isolati in terra nemica, e dovettero quindi affrontare una vera e propria odissea per ritornare in Grecia.

Toppa The Warriors e citazione di Senofonte

In effetti, Yurick usa a mo’ di prologo del libro alcuni passaggi dell’opera greca:

Soldati, non siate delusi per i recenti avvenimenti. Vi assicuro che in quel che è accaduto i vantaggi sono pari agli svantaggi.

Amici, coloro che vedete sono l’ultima barriera tra noi e la meta agognata per cui tanto abbiamo lottato. Dovremo, potendolo, mangiarceli vivi.

Lo sfondo di queste foto è costituito da una piantina della metropolitana di New York, così com’era alla fine degli anni ’70, ovvero al tempo della trasposizione cinematografica di Walter Hill.

Nel film, infatti, numerose scene sono ambientate proprio all’interno di quegli ambienti.

Il libro "I guerrieri della notte"

In queste foto appare, inoltre, del merchandise legato al film e, in particolare, la toppa della gang protagonista – i Warriors – e quella dei loro nemici Rogues.

Il retrocopertina del romanzo "I guerrieri della notte" (The Warriors)

Appendice – La canzone “The Warriors” degli Unborn

Lo scorso dicembre, tramite la nostra etichetta Skinhead Sounds, abbiamo pubblicato l’album di debutto del gruppo The Unborn, intitolato Slasher – Street Punk Anthems.

Il digipack CD contiene il pezzo The Warriors, il cui testo parla della violenza di strada ed è ispirato sia al libro di Sol Yurick che al film di Walter Hill. Potete ascoltare la canzone su YouTube, Spotify e Bandcamp.

Buon ascolto!

Il testo di “The Warriors”

Guerrieri accovacciati
All’ombra d’una tomba
Sporchi ed ansimanti
Per la lunga corsa
Luna brilla in alto
Illumina i sepolcri
Tra ombre nette e cupe
C’è chi li vuole morti.

Non mi fermerò
I color difenderò.

Rit.: Warriors! Come out to play!

Lottar tutta la notte
Per ottenere che?
Tregua non ti danno
Scelta non ce n’è
Indossa i tuoi colori
Schiarisci i pensieri
Gloria e lunga vita
Intrepidi guerrieri!

Non mi fermerò
I color difenderò
E non fuggirò
I color difenderò.

The Unborn - Slasher Street Punk Anthems
La copertina di Slasher – Street Punk Anthems degli Unborn. Artwork di Moriarty Graphics, layout di Crombie Media.

Segui Crombie Media

Se sei interessato alla cultura pop e alle sottoculture, seguici sui social (Facebook, Instagram, Twitter) e iscriviti alla nostra newsletter.

Pubblicato da

Alessandro Aloe

Sono uno skinhead da oltre venti anni. Mi appassionano l'arte, il cinema, la musica, la fotografia, la lettura, la storia, i tatuaggi e le sottoculture. Mi occupo di grafica, disegni, dipinti e restauro librario e cartaceo presso lo studio Moriarty Graphics. Opero anche come tatuatore freelance.

6 commenti su ““I guerrieri della notte” di Sol Yurick: la prima edizione italiana”

    1. Sì, concordo, il film ispirato dal libro è bellissimo ha un’atmosfera e delle scene uniche, anche se il racconto è molto più crudo, violento e oscuro.

        1. Buonasera, grazie a lei per il commento e le info. Sì, è una grande trasposizione cinematografica, con una Jane Fonda bravissima e bellissima.

          1. Complimenti per la Sua cultura cinematografica: in molti non hanno mai neanche sentito nominare questo film. Colgo l’occasione per dirLe che ho appena pubblicato un nuovo post, in cui recensisco un altro ottimo film… spero che Le piaccia! 🙂

Commenta questo articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.