"Dèmoni" (1985) di Lamberto Bava

“Dèmoni” (1985) di Lamberto Bava, un film tra horror e sottoculture

Qualche parola su uno dei più importanti film horror italiani degli anni ’80 – “Dèmoni” di Lamberto Bava – e sulle sue connessioni con il mondo della musica e delle sottoculture

Dèmoni: titoli di testa del film di Lamberto Bava

🇬🇧 Non-Italian speakers take note! This article is only available in Italian language. However, you can still rely on Google Translate for a rough translation.

Dèmoni, Italia 1985, Lamberto Bava, 88′

La studentessa universitaria Cheryl viene invitata da un uomo mascherato a una proiezione che si terrà il giorno stesso al Metropol, un nuovo cinema di Berlino, e decide di portare con sé l’amica Kathy. Una volta arrivate, le due scoprono che si tratta di un film demoniaco: purtroppo per loro, nel momento in cui le creature della pellicola si scatenano, avviene lo stesso all’interno della sala.

"Dèmoni" di Lamberto Bava

Il film Dèmoni, diretto da Lamberto Bava e prodotto da Dario Argento, è considerato a buona ragione uno dei maggiori classici dell’horror italiano, in particolare degli anni ’80. Inoltre, il lungometraggio vanta diverse connessioni con il mondo della musica e delle sottoculture.

Natasha Hovey in "Dèmoni"

La pellicola – uscita all’estero come Demons – è tecnicamente molto curata, oltre che dinamica e pressoché priva di tempi morti, a dispetto di qualche piccola pecca.

Ci si riferisce, ad esempio, all’inutile sottotrama del gruppetto di punk: i quattro sniffano cocaina mentre viaggiano su un’auto rubata, poi s’intrufolano nel cinema per nascondersi dalla polizia.

Michele Soavi in "Dèmoni" (1985)

Per quanto riguarda il cast, oltre a Natasha Hovey (Cheryl) e Paola Cozzo (Kathy), si segnalano Urbano Barberini nei panni di George, Bobby Rhodes nel ruolo del pappone Tony e Fiore Argento nella parte di Hannah.

Fiore Argento collabora inoltre alla sceneggiatura, insieme – tra gli altri – al padre Dario e a Dardano Sacchetti, che è pure autore del soggetto. Gli effetti speciali sono invece di Sergio Stivaletti.

Nicoletta Elmi

Tra gli attori che interpretano ruoli secondari, meritano una menzione Nicoletta Elmi, la bigliettaia del cinema, e Michele Soavi, nel duplice ruolo dell’uomo mascherato e di Jerry (uno dei protagonisti del film nel film).

La punk rocker Liz

L’aspetto dei punk rocker è ridicolo: Liz (Enrica Maria Scrivano) usa dei piccoli circuiti elettrici come orecchini, mentre i suoi amici sembrano una via di mezzo tra i teppisti cinematografici di quel periodo e una brutta imitazione dei Clash.

In compenso, nella scena iniziale, girata nella metropolitana di Berlino, sono inquadrati con insistenza new waver e goth punk decisamente più credibili.

Comparse new wave e goth in "Dèmoni" di Lamberto Bava

Molto curata e sempre in primo piano la colonna sonora, che include numerosi artisti new wave – come Billy Idol e Go West – ed heavy metal – ad esempio Mötley Crüe, Saxon e Scorpions.

Il commento musicale di Claudio Simonetti (Goblin), a base di synth, si sposa alla perfezione con i brani prescelti.

Comparse new wave e goth punk

Complessivamente, gli elementi sottoculturali di Dèmoni sono poco rilevanti e spesso approssimativi, ma abbastanza costanti da poter incuriosire gli appassionati di stili giovanili.

D’altro canto, la vicinanza alle culture punk, goth e new wave non è certo un requisito essenziale per apprezzare un film come Dèmoni, che rimane una visione indispensabile per i fan del cinema horror.

Una donna demone

Visto il successo di Dèmoni, Dario Argento e Lamberto Bava si misero presto al lavoro per la realizzazione di Dèmoni 2… L’incubo ritorna (1986), di cui parleremo nelle prossime settimane.

Per non perdere l’articolo su Dèmoni 2, seguici sui social (Facebook, Instagram, Twitter) oppure iscriviti alla nostra newsletter!

Trailer di “Dèmoni”

Colonna sonora originale di Claudio Simonetti

Altri brani della colonna sonora

Uno dei demoni

Segui Crombie Media!

Ti piace l’incontro tra la cultura pop e le sottoculture? Non dimenticare di seguirci su Facebook, InstagramTwitter!

Per non perdere gli aggiornamenti del nostro blog, iscriviti a Crombie Media Newsletter!

close
Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle novità di Skinhead Sounds e Crombie Media!
* Per maggiori informazioni sulla newsletter e sul trattamento dei dati personali (RGPD), fai riferimento all’apposita pagina.

Pubblicato da

Flavio Frezza

Mi occupo di sottoculture (skinhead, mod, punk, ecc.) e dei generi musicali a queste connessi. Gestisco il blog Crombie Media, l'etichetta Skinhead Sounds, canto nei Razzapparte e sono il manager degli Unborn. Nel 2017 Hellnation Libri ha pubblicato il mio libro Italia Skins, e in seguito la stessa casa editrice ha dato alle stampe le edizioni italiane di Spirit of '69 e di Skinhead Nation di George Marshall, curate dal sottoscritto. Se vuoi saperne di più, leggi il seguente articolo: Un’intervista con Flavio Frezza: gli skinhead italiani e il libro “Italia Skins”.

2 commenti su ““Dèmoni” (1985) di Lamberto Bava, un film tra horror e sottoculture”

Commenta questo articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.